Progetti per l’anno 2015-2016

Due sedi liberty nel cuore di Napoli (in via Andrea Vaccaro 25-27 e via Alessandro Manzoni 24) battezzeranno nelle prossime settimane l’atteso progetto LA LIRICA NELLO ZAINO, il nuovo corso extracurriculare rivolto ad allievi di ogni provenienza, dai più piccoli ai diciottenni, che la Scuola Adolphe Ferriere ha confezionato per l’anno 2015-2016. La sua fondatrice e direttrice Anna Sommella annuncia con legittimo orgoglio l’apertura delle iscrizioni al progetto educativo e artistico presentato tre mesi fa, con un’ottima accoglienza delle autorità e dei media, in una festa nel Parco dei Padri Vincenziani al Vomero, nella sede dell’Accamedia Europea di Musica e Arti dello Spettacolo: «Coinvolgeremo bambini e ragazzi in un’attività − spiega − che mescolerà la dimensione del gioco, l’apprendimento di uno strumento musicale e la creatività che le storie sempre vive del melodramma possono suscitare in alunni abituati a utilizzare magari troppo le tecnologie».

Un programma per certi aspetti controcorrente, quindi, che offre una proposta diversa dal solito alle famiglie e agli artisti in erba e non ha paragoni in Italia. Osserva la sua ideatrice Eleonora Paterniti, musicista, regista lirica, autrice di format di successo quali Mettiamoci all’Opera per la rete ammiraglia Rai e della sigla dei video-frammenti Techetechetè: «Attraverso lezioni collettive, gruppi più ristretti e insegnamento individuale, a mano a mano che vedremo emergere il talento personale, nell’espressione musicale come nella creazione delle scenografie o dei costumi, i nostri allievi-interpreti verranno guidati in un percorso che li potrà accompagnare dalla didattica fino a un eventuale approdo accademico, se vorranno. Le arie, i personaggi, i piccoli e grandi drammi della lirica costituiscono uno scrigno di emozioni dal quale la fantasia e l’estro possono attingere fin dalla più tenera età, come da un libro di fiabe».

Il suono, il corpo, la mimica, il disegno dei tessuti, i colori del trucco e parrucco: quanti stimoli attendono chi si iscriverà al corso che la Adolphe Ferriere apre ad allievi di qualsiasi altra scuola (informazioni e prenotazioni telefonando al numero 081 5782476, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12).

Ma LA LIRICA NELLO ZAINO non sarà l’unica sorpresa preparata per il nuovo anno da Anna Sommella (e dalla sua collaudata équipe) grazie all’esperienza ultraventicinquennale: l’Adolphe Ferriere avrà infatti in dotazione un proprio orto, a via Ferdinando Russo, i cui prodotti genuini arriveranno sulla mensa della scuola, rendendola biologica e ancora più sana. I bambini saranno coinvolti nella fase del raccolto. ORTO – COLTURA E CULTURA vuole promuovere l’educazione alimentare puntando sul valore della dieta mediterranea, un «patrimonio culturale immateriale dell’umanità» (Unesco, 2010), sensibilizzare le istituzioni e gli operatori responsabili delle mense scolastiche a una corretta alimentazione e sviluppare nei bambini abilità manuali e conoscenze scientifiche. I quali una volta al mese si prenderanno loro direttamente cura di un bene comune, collaborando alla coltivazione.

Una ne fanno e una ne pensano alla Ferriere, per portare Napoli all’avanguardia nell’educazione e nella formazione.